Un secolo dopo la ratifica del diciannovesimo emendamento – Un promemoria che la giustizia per alcuni non è giustizia per tutti

Cinque ufficiali della Womens League, Newport, RI, ca. 1899, Library of Congress

(alta Museum of Art) (18 agosto 2020)

Sebbene lemendamento pretendesse di garantire a tutte le donne il diritto di voto, il razzismo ha continuato a limitare i diritti degli elettori.

Di Eva Berlin, Digital Content Specialist, High Museum of Art

Cento anni fa oggi, il diciannovesimo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti è stata ratificata. Lemendamento è spesso descritto come “garantire alle donne il diritto di voto”, ma questa affermazione non è vera. Sebbene sia stato un passo importante verso la parità dei diritti di voto per le donne e un enorme risultato ottenuto grazie al duro lavoro di generazioni di suffragette, la vittoria è stata estremamente limitata.

Cosa ha fatto il diciannovesimo emendamento? Cosa non ha fatto?

Approvato dal Congresso il 4 giugno 1919 e ratificato il 18 agosto 1920, questo Lemendamento costituzionale concedeva effettivamente alle donne bianche il diritto di voto: non garantiva il diritto di voto a tutte le donne. Le donne di colore, comprese le donne nere, native americane e immigrate, non sono state protette dalle restrizioni imposte a livello statale.

Ecco il testo effettivo dellemendamento:

Il diritto di voto dei cittadini degli Stati Uniti non può essere negato o ridotto dagli Stati Uniti o da alcuno Stato a causa del sesso. Il Congresso avrà il potere di far rispettare questo articolo con una legislazione appropriata.

Sebbene lemendamento riconosca a livello federale che le donne possono votare, e sebbene dichiari che gli stati non possono limitare tale diritto, le cose giocare in questo modo. Molti stati hanno ancora trovato modi per limitare i diritti di determinati elettori tramite qualcosa chiamato soppressione degli elettori .

Documento di 1919 che propone il diciannovesimo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti.
Risoluzione congiunta del Congresso che propone un emendamento costituzionale che estende il diritto di suffragio alle donne, 19 maggio 1919; Emendamenti ratificati, 1795–1992; Documenti generali del governo degli Stati Uniti; Record Group 11; Archivi nazionali.

La soppressione del voto è qualsiasi tentativo, legale o illegale, tramite leggi, regole amministrative o tattiche che impediscono agli elettori idonei di registrarsi a votare o votare. La repressione degli elettori colpisce in modo sproporzionato le persone di colore, le donne, le persone con disabilità, gli americani anziani e gli elettori a basso reddito o senza casa.

Le tattiche di soppressione degli elettori possono essere palesi o nascoste e hanno incluso gerrymandering, tasse elettorali, clausole del nonno , test di alfabetizzazione, requisiti del documento didentità con foto, limitazione del voto anticipato, chiusura dei seggi elettorali e eliminazione delle liste elettorali. Molte di queste tattiche sono ancora utilizzate oggi.

Foto in bianco e nero di una donna di colore che compila un modulo di registrazione degli elettori.
Fotografia in bianco e nero di braccia alzate in aria per festeggiare.
Bob Adelman (americano, 1930–2016), Donna che si registra per votare, Sumter, Carolina del Sud , 1962; Danny Lyon (americano, nato nel 1942), Le persone votano per la prima volta nella loro vita nel Partito Democratico della Libertà , 1964

Negli anni 60, lo Student Nonviolent Coordinating Committee (SNCC) ha assunto il compito di registrazione degli elettori neri nel profondo sud. Allinizio, il gruppo era diviso internamente sulla questione se questo sarebbe stato uno sforzo utile per effettuare veramente il cambiamento. Mentre approfondivano il lavoro in luoghi come il Mississippi, si sono resi conto che la questione aveva davvero bisogno del loro attivismo.

Justice Delayed Is Justice Denied: The Jessie Telfair Story

Una trapunta rossa, bianca e blu con la parola
Jessie Telfair (americana, 1913–1986), Freedom Quilt , ca. 1975

Jessie Telfair viveva nella piccola comunità di Parrott, Georgia.Negli anni 60, gli sforzi dellSNCC per far sì che gli afroamericani si registrassero per votare incoraggiarono Telfair a registrarsi in Georgia.

Dopo che i suoi datori di lavoro seppero che aveva votato alle elezioni generali, fu licenziata dal suo lavoro come lavoratrice di mensa in una scuola elementare. Telfair ha creato Freedom Quilt a metà degli anni 70 in risposta alle sue esperienze durante il movimento per i diritti civili, affermando la sua libertà personale e le libertà che dovrebbero essere garantite a tutti gli americani.

Questo la trapunta, mentre è nella collezione della High, non è attualmente in mostra, ma puoi vedere altre trapunte di artiste donne nere nelle gallerie Folk e Self-Taught Art; oppure dai unocchiata a Pioneers, Influencers, and Rising Voices: Women in the Collection per vedere le opere di artiste installate in onore del centenario .

Conosci i tuoi diritti: link sulla repressione degli elettori nel 2020 e come esercitare i tuoi diritti

Bob Adelman americano, 1930–2016, Box in Frank Robinsons CORE Voter Registration Office, Sumter, South Carolina , 1962

Mentre celebriamo questo complicato anniversario nel 2020, ricordiamo limportanza di analizzare criticamente la storia e resistere allimbiancatura e alla semplificazione delle narrazioni storiche.

Il diciannovesimo emendamento non lo fece porre fine alla disuguaglianza nel voto. Anche il Voting Rights Act del 1965 , che ha ampliato la protezione del voto vietando la discriminazione razziale nel voto, è stato profondamente indebolito nel 2013 . Coloro che cercano di trarre vantaggio dalla privazione del diritto di voto degli elettori continuano a trovare il modo per farlo. In questo momento, in questo nuovo movimento per luguaglianza, la lotta per i diritti degli elettori continua.

Ecco alcuni link su come rimanere vigili sulle tattiche di soppressione degli elettori e su come esercitare il tuo diritto costituzionale conquistato a fatica a votare.

Conosci la tua storia: link sulla storia del movimento per il suffragio femminile e del movimento per il suffragio delle donne nere

Le donne, sia bianche che nere, hanno combattuto per il diritto di voto per generazioni leader fino alla ratifica del diciannovesimo emendamento. Scopri la complessa storia allincrocio tra razza e genere.

Rimani connesso! Seguici:
| Instagram | Facebook | Twitter | YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *