In che modo il test remoto è diventato un punto di svolta

(Kamilla Liljedahl)

Come designer UX di SVTi siamo responsabili del continuo dialogo con i nostri utenti, comprendendone i comportamenti, le sfide e le esigenze e traducendoli in intuizioni degli utenti. Quando la pandemia ci ha fatto lavorare a distanza e lallontanamento sociale è diventato la nuova norma, il nostro modo standard di raccogliere queste informazioni; tenere sessioni di test utente in ufficio; non era più unopzione.

Siamo stati costretti a spostare online le nostre sessioni di feedback degli utenti e, nonostante le preoccupazioni che avevamo in precedenza, ora abbiamo trovato un metodo a cui siamo molto affezionati. Cercheremo di condividere i nostri punti salienti degli ultimi otto mesi di ricerca sullesperienza utente remota e discutere sul motivo per cui non ci vediamo tornare ai nostri metodi pre-pandemici di test degli utenti.

Per prima cosa, ecco come appariva il nostro processo di ricerca generale:

Vorremmo individuare la necessità del feedback degli utenti; tramite test di usabilità diretti o un approccio più formativo con interviste agli utenti; nel nostro lavoro quotidiano con varie parti di SVT Play. Dopo aver deciso lapproccio insieme al team, abbiamo definito le domande di ricerca che ci hanno aiutato a formare la configurazione del test e i criteri per il reclutamento dei partecipanti. Durante la fase di reclutamento abbiamo preparato sale di osservazione, protocolli per prendere appunti, impostazione e pianificazione dei test. Due settimane dopo abbiamo accolto gli utenti nel nostro soggiorno in ufficio costruito in modo permanente.

Un soggiorno costruito in ufficio per le sessioni di prova
Non importa quanto sia accogliente il nostro soggiorno in ufficio, è difficile battere quello reale

Tra ogni sessione di test, i due test lead e gli osservatori si sono seduti e hanno riassunto ciò che avevamo appena sentito. Poco dopo la giornata di test ci siamo incontrati di nuovo per una sessione di sintesi che ci avrebbe portato alle informazioni chiave sugli utenti che avremmo condiviso con il team e il resto dellorganizzazione tecnologica.

Molti dei passaggi sopra descritti sono ovviamente ancora parti vitali del nostro processo, mentre altre sono diventate ridondanti o sostituite.

Andare in remoto

Non molto tempo dopo la pandemia, e dalloggi al domani abbiamo iniziato a lavorare da casa, fatto il grande passo nel test a distanza. Analizziamo i nostri suggerimenti e suggerimenti principali, oltre a sfatare miti, tutti derivati ​​dai round di test che abbiamo svolto online in vari team e progetti durante lanno.

I primi sono gli aspetti che ci aspettavamo. trarre vantaggio dal test remoto:

Raccogliere feedback da nord a sud. Poiché era necessario visitare il nostro ufficio per i nostri colloqui con gli utenti prima della pandemia, i test a distanza ora ci consentono di raccogliere in modo semplice ed efficiente le informazioni sugli utenti da persone in tutta la Svezia. Questo è fantastico poiché ci consente di convalidare il nostro prodotto da più prospettive diverse, il che è in linea con la missione di SVT in generale di rappresentare tutti.

“senza tempi di percorrenza arriva più diversità in termini di occupazione e accessibilità “

Una varietà di occupazioni. Pre remoto, lontano da parte di tutti hanno avuto lopportunità di dedicare del tempo alla loro giornata per visitarci, ma senza il tempo per il tragitto giornaliero arriva più diversità in termini di occupazione e accessibilità.

Di seguito sono aspetti che inizialmente non facevano parte di noi considerando a distanza, ma per noi si è rivelato molto prezioso:

Il tuo dispositivo a portata di mano. Durante i test di usabilità da casa i partecipanti possono ora utilizzare i propri dispositivi, il che è stato un vero punto di svolta. Se sono più a loro agio con il laptop su cui stiamo tenendo la riunione, possono semplicemente iniziare a condividere lo schermo. Se normalmente utilizzano SVT Play sulla TV, possono semplicemente prendere il telecomando, girare il laptop e mostrarci come interagiscono con esso in modo autentico.

Documentation: Done. Se hai familiarità con i test di usabilità o le interviste agli utenti, sai che è necessaria molta documentazione se desideri condividere approfondimenti, accumulare dati qualitativi o avere solo un secchio di ispirazione per la ricerca futura. La maggior parte della nostra documentazione era ovviamente digitale prima che covid-19 facesse parte dei nostri vocabolari, ma ora abbiamo convertito anche gli ultimi bit fisici. Un esempio sono i nostri amati post-it sulle lavagne, ora sostituiti con le versioni digitali dei due, facendoci risparmiare tempo prezioso da dedicare allanalisi.

Come probabilmente avrai notato ormai, siamo diventati piuttosto affezionati al test utente remoto.Ma ovviamente, come con tutto, ci sono anche degli svantaggi . Ecco alcune cose che abbiamo notato, alcune più generali e altre più specifiche per il nostro prodotto:

Testabilità dei prototipi. Seduti in una stanza fisica con lintervistato, potremmo sempre passare loro un dispositivo con il nostro ultimo prototipo o versione del prodotto non ancora implementata. Ma essendo remoti dobbiamo attenerci a prototipi che possono essere eseguiti su qualsiasi dispositivo, o semplicemente mostrare loro il nostro prototipo o la versione del prodotto su uno schermo condiviso, chiedendo loro di pensare ad alta voce e istruirci su come lo navigerebbero, ovvero ovviamente non è lideale.

Continuo a non raggiungere tutti. Le persone di diverse professioni sono ancora difficili per raggiungere le sessioni di feedback e, quando la pandemia sarà finita, potremmo trovarci a essere più limitati in termini di occupazioni rappresentate rispetto a ciò che sperimentiamo attualmente.

No cooperazione naturale con gli osservatori. Durante le sessioni di test fisici gli osservatori si sedevano nella stessa stanza e potevano verificare rapidamente qualsiasi ambiguità nelle interpretazioni tra loro. Questo non è niente di importante e potremmo imitarlo facendo una chiamata vocale separata tra gli osservatori, ma finora non lo abbiamo testato.

Vale la pena notare: sebbene chiediamo sempre ai nostri partecipanti alla fine del la sessione come lhanno vissuta, non abbiamo analizzato come i nostri utenti sperimentano la differenza dai test di persona. Inoltre lambiente domestico è un ambiente naturale per lutilizzo del nostro servizio, rendendolo lambiente ideale per una sessione di feedback per noi, ma ovviamente questo non è il caso di tutti i prodotti e servizi.

Mito remoto- busting

Abbiamo accennato che avevamo alcune preoccupazioni sul test remoto prima di provarlo. Ecco perché pensiamo che non dovresti lasciare che ti fermino.

Preoccupazione 1: incontrandoci online raggiungeremmo solo partecipanti esperti di tecnologia. Partecipare a una videochiamata con estranei e fornire loro un feedback non è qualcosa che ci si potrebbe aspettare che le persone in generale siano disposte a fare, quindi testando il telecomando rischieremmo di alterare i dati dei nostri utenti .

Realtà: il 2020 è stato lanno in cui tutti, esperti di tecnologia o meno, sono stati costretti a fare amicizia con le videochiamate, così come con altri servizi e possibilità digitali. La pandemia ci ha fatto compiere un salto digitale di 5 anni in avanti . Su una nota più generale, non elimineremo mai completamente linclinazione derivante dalla raccolta di feedback qualitativi: possiamo lavorare con quali incentivi diamo ai partecipanti e con quali fasce orarie offriamo per i nostri test, ma saremo sempre limitati a raggiungere le persone che lo desiderano dedica tempo ed energie a fornirci il loro feedback.

Preoccupazione 2: lincontro online è troppo limitato e impersonale. Non saremmo in grado di entrare in contatto con i nostri intervistati in un modo necessario per il test o il colloquio e perderemmo sfumature importanti in ciò che lutente sente e pensa realmente.

Realtà: sebbene incontrarsi digitalmente non sia la stessa cosa che incontrarsi di persona, ora proveniamo dalle nostre esperienze remote fiduciosi di essere in grado di connetterci abbastanza e percepire abbastanza dai nostri partecipanti anche su video. Una riflessione, tuttavia: questo è probabilmente più facile ora rispetto a prima del 2020, ancora una volta in relazione al salto digitale e al fatto che tutti abbiamo dovuto abbracciare il video per mantenere anche i nostri stretti rapporti.

Suggerimenti per i test

Ultimo ma non meno importante, ecco alcuni suggerimenti basati su ciò che abbiamo visto nei nostri test remoti:

  • Evidenzia il link della riunione, punto. Per evitare di perdere tempo prezioso per i test su problemi tecnici, basta invitare il partecipante alla riunione evidenziando il collegamento alla riunione nella parte superiore dellemail di invito. Altre informazioni rilevanti sulla riunione possono andare dopo il collegamento. Alcuni partecipanti desiderano prepararsi con cura, altri no, quindi provvedi anche a tutti i TL; DR disponibili.
  • Gestione della visibilità dellosservatore (in) . Nei test fisici, i nostri osservatori erano praticamente invisibili, mentre ora partecipano allincontro digitale. Dire allutente che vorremmo invitare alcuni colleghi ad ascoltare e assicurarci che sia OK, è quindi importante quanto prima. I nostri osservatori si connettono in modalità silenziosa e con il video disattivato, per ridurre la sensazione di avere una folla che guarda. Se desiderano porre domande di follow-up, le trasmettono al responsabile del test tecnico tramite una chat separata durante la sessione di test.
  • Laptop che abbraccia .Per dispositivi mobili o tablet, abbiamo testato e ci siamo innamorati dellabbraccio del laptop (sì, a tutti noi manca labbraccio di persona!): Lutente gira il laptop e regola langolazione della webcam in modo che possiamo vedere le interazioni mentre lutente sta tenendo il proprio dispositivo touch. In questo modo, è ancora più facile per noi seguire le interazioni rispetto alle nostre sessioni di test fisico.
Il laptop si abbraccia in azione

Quindi, il test remoto è diventato un punto di svolta? La risposta per noi è Y-E-S. Le preoccupazioni che avevamo in precedenza non erano così problematiche come pensavamo che sarebbero state, e si sono rivelati molti vantaggi nellandare a distanza. Per noi, raggiungere più facilmente tutta la Svezia è la cosa più importante, rendendo il telecomando un vero punto di svolta.

Dubitiamo che torneremo ad avere sessioni utente di persona come nostro standard in futuro, ma non escludiamo di usarli quando ha senso. E con linizio del nuovo anno, siamo ansiosi di continuare ad affinare le nostre capacità di test a distanza e di fornire allorganizzazione preziose informazioni sugli utenti.

Quali sono le tue esperienze con i test a distanza? Ci piacerebbe ascoltarli!

Di Elin Nevdahl e Kamilla Liljedahl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *