Il mio partner ha rotto con me tramite messaggio e Non ho mai risposto

La rabbia o la compassione erano la risposta corretta o il mio silenzio era tutto ciò che era necessario?

(NatalieDavis Adventures)

Immagine di Tumisu da Pixabay

Ho incontrato Wes cinque anni fa, alla mia prima conferenza sul poliamore. Era locale. Ho vissuto a poche ore di macchina da lui. Mi ha chiesto di ballare e mi sono innamorato dei suoi ridenti occhi azzurri, dellintelligenza emotiva e di mille altre piccole cose che ho imparato su di lui lungo la strada.

Ogni pochi mesi, prendevo il treno per incontrarmi lui in una stazione cavernosa piena di estranei, dove mi picchiava tra le sue lunghe braccia e mi baciava sfacciatamente. Il tocco fisico era il linguaggio damore principale di Wes. In uno dei nostri primi appuntamenti, mi ha sorpreso quando si è seduto accanto a me sulla panchina del ristorante, invece che di fronte a me, le nostre cosce che si toccavano e la sua mano nella mia.

A volte, Wes guidava dove Ho vissuto per ballare in un club con il mio policule locale o per partecipare a una delle nostre famigerate feste in maschera. Mio marito Eric e laltro mio partner Oliver pensavano che Wes fosse fantastico, e Wes provava lo stesso per loro. Il loro amore fratello mi ha fatto brillare per la buona volontà nella mia policula. Ho scherzato con Eric dicendo che avrei paura di rompere con Wes perché gli altri miei partner sarebbero stati abbandonati.

La pandemia è stata dura per tutti noi a vari livelli e in molti modi. Non ho intenzione di sputare i dettagli delle lotte personali di Wes perché non posso condividerle. Basti dire che aveva molto da fare con il suo partner locale, la sua salute emotiva e solo lintero fottuto blocco, che può essere particolarmente isolante per qualcuno che vive da solo e lavora da casa.

Gli ho suggerito di uscire insieme a casa sua e cuocere torte, combattere a Bananagrams, ricevere cibo indiano consegnato e goderci altre attività al chiuso, ehm, se avessimo seguito alcuni protocolli di sicurezza, ma lui non era allaltezza. Per Wes, ero il suo partner “uscente”. Abbiamo mangiato in ristoranti divertenti, siamo andati nei luoghi di ritrovo e nei film locali e abbiamo ballato fino a farci male ai piedi. Era prima che il coronavirus erigesse un vivido segnale di “STOP” per bloccare anche le serate di gioco con i suoi amici a casa del suo partner locale.

I miei messaggi di testo deliberati e regolari con foto innamorate, meme stupidi o aggiornamenti di notizie, non ha cambiato quella realtà. Wes ha risposto in modo affidabile e coscienzioso con unemoticon appropriata o una nota di apprezzamento, ma non si è offerto molto sul suo mondo. Penso che abbia cercato di farmi sapere cosa stava succedendo nella sua testa, ma il blocco lo aveva bloccato emotivamente oltre che fisicamente. Era a casa la maggior parte del tempo, oltre a vedere un amico o due per passeggiate o mangiare qualcosa e lavorare su problemi complicati con il suo partner locale.

Penso che abbia cercato di farmi sapere cosa stava accadendo nella sua testa, ma il blocco lo aveva bloccato emotivamente oltre che fisicamente.

Nina era una donna adorabile e competente, che Wes amava e aveva visto diverse volte un settimana per un paio danni. Ero abbastanza felice di averla come mio metamore. Il contatto regolare di Wes con Nina, che lavorava fuori casa, e con i figli di Nina, che frequentavano lasilo nido, poneva un rischio di infezione che avrebbe richiesto a Wes di fare il test se ci fossimo visti dato che avevo il resto della mia policula da considerare . Wes non era disposto a sospendere il contatto con Nina per nessun periodo per facilitare il nostro stare insieme.

Linizio delle nostre comunicazioni divenne sempre più unidirezionale. Quando ho suggerito di andare a trovarlo, la sua risposta è stata poco brillante.

“Anche se ricevo un test ambiguo e tu vieni qui, non possiamo uscire”, ha scritto Wes. Non eravamo persone di telefono. I messaggi erano la nostra modalità di conversazione tipica.

“Possiamo ancora stare insieme”, ho risposto con un messaggio. “Possiamo prendere cibo da asporto nei nostri posti preferiti e passeggiare per il quartiere, proprio come facciamo sempre. Possiamo sederci accanto al fuoco e staccarci i vestiti a vicenda. Mi manchi. “

” Mi manchi anche tu, ma non è la stessa cosa. Ho a malapena la larghezza di banda per passare i miei giorni. Inoltre, devo dirti che Nina e io abbiamo deciso di non vedere altri partner fino a novembre, così possiamo concentrarci sulla nostra relazione. Le cose sono andate piuttosto male. Io e lei rivaluteremo dove siamo allora. “

” Okay, Wes. Capisco anche se sono deluso. Vorrei restare in contatto Non ti dimentichi di me? “

” Certo, non mi dimenticherò di te. “

” Sono contento che tu e Nina stiate parlando “, ho scritto. “Spero che tu risolva le cose.”

Ho inviato a Wes le foto dei nostri costumi di Halloween, il tavolo da regalo allaperto e un gigantesco drago gonfiabile da prato che abbiamo chiamato Blaze.A sua volta, ha inviato le foto del suo intelligente scivolo per la consegna di caramelle dal portico al marciapiede sottostante, completo di un campanello che i bambini suonavano per innescare una valanga.

Tuttavia, questi scambi di testo concordati non lo erano abbastanza per sostenere la nostra relazione. Il suo ultimo messaggio per me è stato:

Ehi … vorrei conoscere un modo meno imbarazzante e gentile per dirlo … ma vorrei rompere. Apprezzo molto lo sforzo che hai fatto per cercare di mantenere la nostra relazione, ma semplicemente non sento la stessa connessione e non sono in grado di fare lo stesso sforzo. Mi piaci ancora (ed Eric e il resto del polycule) e sarei felice di vederti a una conferenza polivalente o qualsiasi altra cosa se gli eventi dovessero tornare.

https://www.pinterest.com/pin/147844800238815651/

Ho ricevuto il suo messaggio una domenica pomeriggio. Eric e Molly, che potresti ricordare come i protagonisti di (La ragazza di mio marito si trasferì con noi durante la pandemia), erano andati in macchina in un cottage a tema stravagante per il fine settimana. Li avevo incoraggiati a prendersi un po di tempo per se stessi mentre mi godevo un raro appuntamento notturno con un partner locale e un po di tempo libero con me, me stesso e me. Anche se ero arrabbiato per Wes, non ho interrotto il tempo di Eric con Molly. Me ne occuperei io.

Avevamo attivato lopzione di lettura / ricezione sui nostri testi in modo che Wes sapesse che ho letto il suo testo. Se avesse guardato il suo telefono, avrebbe visto la mia ellisse lampeggiante a tre punti mentre iniziavo a digitare una risposta.

Ho smesso di digitare. Non sapevo cosa dire. Non mi aveva fatto una domanda del tipo “possiamo parlare? Non aveva chiesto il mio contributo come “come possiamo migliorare questo lavoro?” Piuttosto, aveva dichiarato la sua linea di condotta con finalità. Ho smesso di fissare il telefono e ho fatto un giro in bicicletta di 20 miglia lungo il fiume. Ho rimuginato e guidato, e guidato e rimuginato.

Non ero sorpreso che Wes volesse farla finita, ma mi sentivo offesa per il modo in cui lo faceva, per quanto insignificante possa sembrare.

La mia prima reazione al messaggio di Wes fu irritata dal fatto che la nostra relazione non valesse almeno una telefonata. Non ero sorpreso che Wes volesse farla finita, ma mi sentivo offesa per il modo in cui lo faceva, per quanto meschino possa sembrare. Ho anche pensato, “Dannazione. Solo una volta, io voglio fare la rottura, non il contrario “. Allinizio dellanno, avevo pensato di farla finita completamente o almeno di fare una pausa con Wes. Avevo espresso i miei pensieri a Eric, la mia cassa di risonanza poliamore sofferente. Tenevo moltissimo a Wes e mi mancavano i nostri momenti insieme, ma era così evidente che stava lottando per ricambiare linteresse che era difficile non prenderlo sul personale.

“Che senso ha rompere ora? Guarda come vanno le cose dopo che la pandemia è finita ”, aveva detto Eric. Mi ero stretto nelle spalle. Mi è costato poco mantenere la connessione da parte mia, anche se potevo dire che Wes non aveva lenergia emotiva per aggiungere molto alla nostra conversazione. Mi sono sentito male per lui, quando sono stato così fortunato ad avere un partner che ho potuto vedere a livello locale, anche durante il covid. Sono stato anche in grado di andare con la mia famiglia e il policule in vacanza al mare. Avevo invitato Wes, ma lui aveva rifiutato per motivi logistici.

Pensavo di aver fatto tutte le cose che una ragazza a distanza potrebbe fare tranquillamente durante il covid. Eppure, eccoci qui: kaput.

Ho continuato a vacillare su cosa scrivere a Wes. Ho considerato una risposta sarcastica come: “Anche se non sono sorpreso che tu volessi rompere, è stato un modo codardo per farlo – dopo cinque anni”. Hm, quello era ingiusto. Forse: “Capisco, ma sono un po ferito. Meglio per te. ” Sembrava banale. Forse, “Grazie per la tua gentile nota. Anchio spero che possiamo essere amici. ” No, non ero grato.

Semplicemente non cera motivo di impegnarsi ulteriormente. Voleva smetterla di impegnarsi.

Dopo una o due settimane, ho smesso di discutere di cosa scrivere. Ho anche smesso di essere irritato. Per la maggior parte, ho smesso di pensare a Wes, a parte ricordare con affetto i nostri tempi insieme e rovinare un po quellansia, la distanza e forse solo larco naturale della nostra relazione ci aveva messo fine. La sensazione che mi è rimasta è stata principalmente la compassione.

Volevo che si sentisse meglio, non peggio. Non credo che avesse bisogno di altro da me in quel momento, tranne che per la mia mancanza.

Wes aveva scelto di mandarmi un messaggio perché era così che comunicavamo, non perché era un tattica del brushoff. Ho anche concluso, forse per placare il mio ego, che un testo era ciò che poteva raccogliere. Aveva bisogno di cancellare “Natalie” dalla sua lista emotiva di Cose da fare e concentrarsi su Nina, se stesso, nuove prospettive di appuntamenti o qualsiasi cosa occupasse lo spazio per la testa che prima ci veniva assegnato. Volevo che si sentisse meglio, non peggio. Non credo che avesse bisogno di altro da me in quel momento, tranne una mancanza di me.

È passato un mese da quando Wes ha rotto con me. Non abbiamo comunicato ulteriormente. Non cè bisogno. Mi piacciono ancora i post sui social media di Nina sui suoi figli e i suoi hobby. Le do i gusti, i cuori e le faccine appropriate per i modi creativi con cui tiene occupati i suoi bambini mentre è rinchiusa durante questa pandemia. Non parlo di Wes; né lei. La loro relazione, ammesso che ne abbiano ancora una, sono affari loro. Auguro loro ogni bene.

Mantenere relazioni locali durante questa pandemia è già abbastanza difficile, ma mantenere una connessione a lunga distanza può essere insormontabile. La mia partnership con Wes non è stata sicuramente lunica vittima di una relazione del coronavirus del 2020. Spero che il 2021 porti tregua per tutti noi, poliamorosi e monogami. Salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *