Come esplorare lequità e laccesso nella ricerca

Una raccolta di risorse del nostro team di ricerca, in una varietà di argomenti e mezzi, che possono essere utilizzate per approfondire le tue conoscenze sullequità e laccesso nella ricerca.

(Foundry10) (18 dicembre 2020)

Illustrazione di Thy Karla Nguyen

Nellultima settimana, il team di ricerca di foundry10 ha pubblicato ricerche, risorse e pensieri incentrati su un argomento: equità e accesso nella ricerca. Sebbene abbiamo trattato molti argomenti durante la settimana, incluso come impegnarci con le famiglie in modo più equo e raccomandazioni su come sostenere gli studenti che sono stati colpiti dalla pandemia COVID-19, non siamo stati in grado di parlare di tutto, poiché equità e laccesso è un argomento così vasto nella ricerca. Lo stato dellequità e dellaccesso nella ricerca è in continuo progresso.

Data limportanza dellequità e dellaccesso nella ricerca in questo momento e in Foundry10, volevamo anche riconoscere lampiezza dellambito dellequità e dellaccesso nella ricerca è e quanto il nostro pensiero è stato plasmato dal lavoro di altri ricercatori nel campo.

Per questo motivo, abbiamo creato questo “toolkit” con alcuni passaggi successivi per coloro che vogliono continuare a conoscere lequità e accesso nella ricerca dopo questa settimana. Ci auguriamo che questo possa servire come risorsa per i prossimi passi per coloro che sono interessati allequità e allaccesso alla ricerca ma non sono sicuri esattamente da dove iniziare.

Questa raccolta di risorse include alcuni articoli di ricerca sullequità e laccesso che ha avuto un impatto profondo sul nostro team, alcuni ricercatori nel campo che ammiriamo per il loro lavoro sullequità e laccesso, alcune barriere allequità e allaccesso che vari gruppi della comunità di ricerca devono affrontare e un elenco di studi di ricerca incentrati su equità e accesso che abbiamo ottenuto nel corso degli anni qui a foundry10.

Ricerca | Ricercatori | La comunità di ricerca | ricerca di foundry10

Ricerca

Può essere difficile sapere da dove iniziare quando si impara a conoscere lequità e laccesso nella ricerca. Per aiutare, abbiamo raccolto un paio di articoli su equità e accesso nella ricerca dai membri del nostro team di ricerca per suggerimenti di lettura. Di seguito sono riportati alcuni articoli che hanno favorito il loro pensiero sullargomento:

  • Cosa stiamo cercando di sostenere attraverso una pedagogia di sostegno culturale? “(Parigi & Alim, 2014) : Senior Researcher Mike Scanlon ha indicato questa lettura su pedagogia di sostegno culturale , che si basa sullidea che le scuole possono includere pratiche che marginalizzano o sostengono le culture degli studenti: “Per troppo tempo, borsa di studio su” access “e” equity “si è incentrato implicitamente o esplicitamente sulla questione di come convincere gli studenti di colore della classe operaia a parlare e scrivere in modo più simile a quelli bianchi della classe media. Nonostante la continua necessità di fornire a tutti i giovani competenze in inglese americano dominante (DAE) e altre norme dominanti di interazione ancora richieste nelle scuole, crediamo che lequità e laccesso possano essere raggiunti al meglio centrando la pedagogia sul patrimonio e sulle pratiche contemporanee degli studenti e comunità di colore “(87).
  • ” Verso un modello di sviluppo giovanile positivo specifico per le ragazze of Color: Perspectives on Development, Resilience, and Empowerment “ (Clonan-Roy, Jacobs, & Nakkula, 2016) : consigliato da ricercatore senior Jennifer Rubin , questo Larticolo parla di un adattamento di un modello per lo sviluppo giovanile per ragazze adolescenti di colore. I modelli tradizionali di sviluppo adolescenziale sono spesso basati sulle esperienze dei giovani bianchi e suburbani. Questi modelli potrebbero non tenere conto delle esperienze uniche delle ragazze di colore e dei modi in cui lintersezione delle loro identità (ad es. Razza, classe, genere, uguaglianza) influisce sul loro sviluppo psicologico. “Il lavoro di questi ricercatori mi ha aiutato ad espandere la mia comprensione dei modelli di tutoraggio e di come i giovani con cui lavoriamo possano sperimentarli in modo diverso a seconda delle loro esperienze uniche”, ha detto Rubin.
  • Qualitative Research Design: An Interactive Approach (Maxwell, 1996) : i ricercatori che pensano alla posizione nella ricerca qualitativa potrebbero volere per guardare questa scelta del ricercatore senior Sam Bindman . Suggerisce che i ricercatori scrivano una serie di promemoria, o brevi riflessioni scritte, per riconoscere il loro background e il loro posto nella situazione in diversi punti del processo di ricerca. “Come ricercatori, saremo sempre nella posizione di comprendere e descrivere esperienze al di fuori della nostra”, ha detto Bindman. “Possiamo fare del lavoro per tenere conto della nostra esperienza in modo da poter provare ad andare oltre.”
  • Serie di podcast “G” di Radiolab (2019) : gli amanti dei podcast dovrebbero dare unocchiata a questa serie di podcast multi-episodio sullintelligence. La serie parla di come il razzismo e leugenetica siano incorporati nel concetto di intelligenza e specula sul futuro con un controverso genetista che ha creato un test prenatale per lintelligenza. Il coordinatore della ricerca Riddhi Divanji , che ha consigliato la serie, ha dichiarato: “Questa è stata una serie di podcast così illuminanti sul concetto di” intelligenza “e sulla lunga storia dei test di intelligenza . “
  • ” Persistent Concerns: Questions for Research on Ethnic-Racial Identity Development “ (Rogers et al., 2020) : Scanlon ha detto, ” Questo è un articolo uscito da un consorzio di psicologi dello sviluppo che si sono riuniti per costruire un modello di durata della vita per lidentità etnico-razziale. Sono un grande fan del lavoro di Onnie Rogers. Sostengono che coltivare lidentità etnico-razziale dei bambini è fondamentale per il benessere e il successo. Parlano anche molto chiaramente dellimportanza di riconoscere il bianco, il multirazzismo e lintersezionalità. “
  • ” Puoi davvero misurarlo? Combinazione di teoria della razza critica e metodi quantitativi “ (Sablan, 2018) : Divanji è rimasto sbalordito da questo articolo sui metodi quantitativi e la teoria critica della razza della dottoressa Jenna Sablan.
  • “Process over product: the next evolution of our quest for technology integration” (Kopcha et al., 2020) : “Ho condiviso questo articolo di Kopcha et al. in tutta lorganizzazione con persone che stanno lavorando allimplementazione della tecnologia “, ha affermato Scanlon. Larticolo parla di come le decisioni sulluso della tecnologia nelle scuole siano guidate dal valore e contestualizza i divari di equità nelluso della tecnologia. Bindman ha affermato di aver apprezzato anche larticolo e che “sembrava aggiungere molte sfumature e considerazioni pratiche per quando pensiamo a come gli insegnanti decidono quando e come utilizzare la tecnologia in classe”.

Torna allinizio.

Ricercatori

Abbiamo chiesto ai membri del nostro team di ricerca di pensare alle persone nel campo che ammirano e che stanno facendo un lavoro importante intorno allequità e allaccesso nella ricerca. Di seguito condividiamo alcune delle loro risposte sui ricercatori che hanno svolto ricerche lodevoli su equità e accesso, insieme ad alcune delle loro intuizioni chiave:

  • La ricerca di Sapna Cheryan esamina come i cambiamenti nei dipartimenti STEM e nei luoghi di lavoro possono aumentare la partecipazione delle donne. La ricerca di Sapna sposta la spiegazione della sottorappresentazione delle donne nello STEM e in altri campi dalle carenze delle donne e esamina invece il ruolo di stereotipi imprecisi nellinfluenzare il senso di appartenenza delle donne allinterno di quegli spazi .
  • di Michelle Fine La ricerca esamina i progetti di ricerca partecipativa in contesti tra cui scuole, comunità e carceri per documentare e organizzare alternative allingiustizia.
  • Django Paris si concentra sulla comprensione e sostenere lingue, alfabetizzazioni e stili di vita tra diversi gruppi di studenti.Di particolare rilievo è il suo lavoro sulla pedagogia di sostegno culturale , che si basa sullidea che i modi in cui insegniamo devono nutrire e nutrire le culture da cui provengono gli studenti .
  • Onnie Rogers ha svolto ottime ricerche sull identità etnico-razziale (ERI) .
  • work esamina i modi per migliorare gli ambienti dei campus universitari per docenti e studenti, in particolare donne e minoranze sottorappresentate, in termini di reclutamento, fidelizzazione, clima e leadership.
  • Ann Ishimaru è impegnata nella ricerca comunitaria sulla leadership, le relazioni scuola-comunità e lequità educativa. La sua ricerca lavora per migliorare i sistemi educativi e sfruttare le competenze e le priorità degli studenti, delle famiglie e delle comunità che sono state meno ben servite in questi sistemi.
  • ricerca di Elizabeth Cole sullintersezionalità in psicologia > è stato estremamente influente sul modo in cui le conseguenze di molteplici categorie di identità, differenza e svantaggio vengono considerate nella nostra vita quotidiana.
  • Nailah Suad Nasir esamina la natura socioculturale dellistruzione, con particolare attenzione alle esperienze degli studenti afroamericani nelle scuole e comunità.
  • Organizzazioni di comunità locali come SESEC , FEEST e Il progetto Road Map conduce ricerche su come creare unistruzione più equa per i giovani e le famiglie.

Seguili sui social media: Sapna Cheryan ( @ scheryan1 ), Django Paris ( @django_paris ), Onnie Rogers , Ann Ishimaru ( @prof_ishimaru ), SESEC ( @SESECWA ), FEEST ( @feestseattle ), Road Map Project ( @RoadMapProject ).

Torna allinizio.

La comunità di ricerca

Sono stati compiuti passi avanti per rendere la comunità di ricerca più equa e accessibile, ma si tratta di un progetto in corso e imperfetto. Qui discutiamo alcuni, anche se non tutti, degli ostacoli allequità e allaccesso che i membri di vari gruppi devono affrontare nella comunità di ricerca:

Ricerca universitaria gli studenti appartenenti a gruppi storicamente sottorappresentati potrebbero incontrare maggiori difficoltà a partecipare alla ricerca rispetto ad altri studenti.

  • Uno studio con circa 58.000 studenti di sei università di ricerca sugli ostacoli che studenti di prima generazione devono affrontare hanno scoperto che “gli studenti di prima generazione incontrano più frequentemente ostacoli che compromettono il loro successo accademico rispetto a studenti non di prima generazione, come responsabilità lavorative, responsabilità familiari, scarsa conoscenza dellinglese e della matematica, capacità di studio inadeguate e sentimenti di depressione “( Stebleton & Soria, 2012 ).
  • Bangera e Brow nell (2017) discute sette barriere alla ricerca che studenti universitari appartenenti a gruppi storicamente sottorappresentati potrebbero dover affrontare. Parlano anche dellimportanza delle esperienze di ricerca universitaria (CURE) basate sui corsi per creare opportunità più eque per gli studenti universitari di essere coinvolti nella ricerca.
  • Alcuni college e università hanno programmi che hanno fornito opportunità per studenti universitari sottorappresentati studenti a partecipare alla ricerca. Uno di questi programmi è il programma UROP dellUniversità del Michigan. Il programma SROP presso le Big Ten Universities offre opportunità di ricerca per gli studenti sottorappresentati che desiderano proseguire gli studi universitari, così come il programma UROP finanziato dalla NSF.

Ricercatori alle prime armi affrontano molte sfide allinizio della loro carriera di ricerca, tra cui: affrontare il cambiamento, tristezza post dottorato, cambiamenti nella vita personale, mancanza di accesso alle risorse , mancanza di supporto da parte dei supervisori, gestione del tempo, sostegno alla produttività della scrittura, crisi di identità e problemi di carriera.

Ci sono spesso barriere uniche alla ricerca che ricercatori di i gruppi sottorappresentati affrontano.

  • Ad esempio, ricercatori BIPOC potrebbe incontrare maggiori difficoltà con la visibilità nella comunità di ricerca. In “Quello che ho imparato sullessere uno scienziato nero” , Neil A. Lewis, Jr. parla della sua esperienza come ricercatore nero: “Non sono solo uno scienziato. Sono anche un uomo di colore negli Stati Uniti. Il mio lavoro potrebbe essere lapice del privilegio. Ma nel paese in cui svolgo quel lavoro, scienziati che mi somigliano spesso devono lottare non solo con le nostre domande di ricerca, ma anche con lessere visti, a causa del colore della nostra pelle, come un problema “.
  • La comunità di ricerca inoltre non è sempre la più invitante per donne, soprattutto donne con bambini. “Non lho fatto” Non capisco davvero quanto fosse ingiusto il sistema accademico per lavanzamento di carriera delle donne fino a quando non ho avuto figli “, ha detto la dott.ssa Rebecca Calisi in ” Le sfide speciali dellessere sia una scienziata che una mamma “ per Scientific American.
  • Calisi e un gruppo di lavoro di madri nella scienza offrono anche soluzioni per rendere le conferenze di ricerca più amichevoli per mothers in “Opinion: How to tackle the childcare-conference enigma”. Suggeriscono che le conferenze sostengano lassistenza allinfanzia, ospitare famiglie, fornire strutture e attrezzature per lassistenza infermieristica e il cambiamento e aiutano a stabilire una rete di supporto di genitori e tutori specificamente per le conferenze.

In una (conversazione con il team di ricerca) sullequità e laccesso, il team ha anche ha discusso di come il ciclo di richiesta di sovvenzioni e il focus di alcune riviste di ricerca tradizionali possano essere un ostacolo a una ricerca veramente equa.

Torna allinizio.

La nostra ricerca

Lequità e laccesso sono stati importanti per il nostro lavoro in Foundry10 da molto tempo. Sebbene abbiamo condotto molti studi di ricerca sullequità e laccesso, il nostro pensiero e il nostro impegno per lequità e laccesso alla ricerca sono (cambiati ed evoluti) nel corso degli anni. Di seguito sono riportati alcuni degli studi relativi allequità e allaccesso che abbiamo condotto qui a Foundry10:

  • Anno sabbatico (2020 ): Il team di ricerca di Foundry10 ha intervistato oltre 300 studenti di WA State che si sono diplomati al liceo nel 2020 per vedere come la pandemia ha influenzato i loro piani per perseguire listruzione post-secondaria, le sfide e le barriere che ha presentato e le loro sensazioni generali sul college nel clima attuale. I risultati suggeriscono che gli studenti tradizionalmente sottoserviti potrebbero avere maggiori probabilità di subire disagi a causa della pandemia di coronavirus e hanno bisogno di assistenza mentre pianificano la futura iscrizione universitaria. Questo white paper offre implicazioni e raccomandazioni per garantire che i giovani più colpiti dalla pandemia ricevano il massimo sostegno.
  • Supporting Young Women and Gender Expansive Youth in Reshaping Personal Narratives: An Intergenerational Community Mentoring Approach (2019) : Risultati di questo studio su Y-WE Create, un campo di design residenziale di una settimana per giovani donne e giovani espansivi di genere, sottolinea il ruolo centrale che adulti con identità ed esperienze diverse possono svolgere nello sviluppo dellidentità giovanile. Lo studio suggerisce che avere una comunità intergenerazionale piena di mentori che condividono identità salienti con i giovani ha offerto ai giovani opportunità di connettersi, appartenere e sentirsi supportati nei momenti difficili.
  • STEM At Your Library (2019) : questo studio ha esplorato come le biblioteche possono supportare le famiglie, ripartire le barriere che i genitori identificano nellaccesso allapprendimento estivo e si basano sui modi in cui le famiglie stanno navigando con successo nel panorama dellapprendimento estivo con i loro figli.
  • Strategies for Retaining and Developing Women for Automotive Careers (2019) : abbiamo utilizzato la nostra ricerca con studenti e donne professioniste nel settore automobilistico per evidenziare alcune azioni tangibili che gli educatori possono intraprendere per aiutare gli studenti di tutti i sessi a prosperare nellindustria.
  • Women In Auto (2018) : le giovani donne nei programmi automobilistici vedono un una serie ristretta di esempi di come le donne possono partecipare al settore. Il nostro team ha utilizzato interviste approfondite con donne adulte nel settore automobilistico per scoprire come fattori educativi come il tutoraggio e lo sviluppo professionale hanno influenzato la loro carriera. Questo studio fornisce dati e misure attuabili che persone di tutti i sessi possono intraprendere per supportare meglio le donne che stanno entrando nellindustria.
  • Programma di teatro per la giustizia sociale : abbiamo esaminato se lintroduzione del teatro della giustizia sociale nelle scuole potesse aiutare ad affrontare il bisogno di consapevolezza ed empatia. Nel programma 2016-2017 , abbiamo posto alcune domande di base su ciò che gli studenti hanno appreso dalle attività artistiche drammatiche ed esplorato come gli studenti vedono se stessi agendo su questioni relative alla giustizia sociale in il futuro. Lanno successivo , abbiamo esaminato più da vicino la percezione degli studenti della loro disponibilità a essere vulnerabili, il loro spostamento di prospettiva dallinterpretare i personaggi e la loro consapevolezza dei problemi.
  • Perception, Equity and Accessibility: Comparing Student and Professional Perspectives on Game Development Courses (2015) : la rilevanza professionale e culturale dei videogiochi sta portando gli educatori a trovare gli elementi dei giochi e della creazione di giochi che preparano gli studenti interessati a una potenziale carriera e forniscono anche lo sviluppo delle competenze e valore per tutti gli altri. Questa ricerca si concentra su tre domande principali: cosa significa fare un gioco? Quanto è accessibile la creazione di giochi agli studenti? E come affrontiamo i problemi di equità nei giochi?

Torna allinizio.

Vuoi saperne di più su equità e accesso nella ricerca o continuare questa conversazione con il nostro team di ricerca? Connettiti con noi a [email protected] Per ulteriori informazioni su foundry10 , seguici sui social e iscriviti al nostro mensile Newsletter .

Twitter: @ foundry10Ed

Facebook: @ foundry10

Instagram: @ foundry10

Linkedin: foundry10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *