Casi di studio tecnici: cosa possiamo imparare dalle scelte fatte dagli implementatori di OCDS?

Di Duncan Dewhurst

(17 novembre 2020)

Duncan Dewhurst avvisa Open Data Services “opera su contratti aperti. Collabora con Open Contracting Partnership per supportare editori e utenti dello Open Contracting Data Standard e per sviluppare guida, documentazione e materiali di apprendimento per il campo. Dirige anche il nostro lavoro con CoST – lInfrastructure Transparency Initiative per sviluppare e supportare lo Open Contracting for Infrastructure Data Standard e ha guidato il nostro lavoro con la Banca mondiale sullo Open Contracting Data Standard for Public Private Partnerships profilo.

Questo post del blog è un crosspost ed è stato il primo pubblicato da Open Contracting Partnership .

Oltre 30 diverse agenzie governative hanno ora implementato il contratto aperto Standard dei dati. La maggior parte delle implementazioni ha alcune cose in comune, ma il contesto e i vincoli per ciascuna differiscono. Di conseguenza, anche le scelte tecniche fatte da ciascun implementatore variano.

Il nostro report di casi di studio tecnici documenta 5 diverse implementazioni OCDS.

Lo scopo del rapporto è fornire informazioni sulle scelte tecniche fatte dagli implementatori. Il rapporto cerca inoltre di evidenziare limpatto di queste scelte sugli utenti dei dati. Ci auguriamo che questa sia una risorsa utile per gli implementatori che desiderano imparare dalle esperienze passate.

I casi di studio esaminano vari aspetti di ciascuna implementazione OCDS, tra cui:

  • Sistemi di origine
  • Architettura della soluzione
  • Scelta della tecnologia
  • Formati di pubblicazione
  • Metodi di accesso ai dati
  • Cronologia delle modifiche
  • Copertura dello schema OCDS
  • Utilizzo dei dati e strumenti

Quindi cosa abbiamo imparato dallo studio di queste implementazioni ?

La maggior parte delle implementazioni condivide unarchitettura comune di alto livello, utilizzando un componente middleware con un datastore in formato OCDS. Questo approccio consente una maggiore flessibilità rispetto allestrazione e alla trasformazione dei dati su richiesta e semplifica la pubblicazione della cronologia delle modifiche.

Alcune implementazioni sono basate sugli eventi, ovvero inviano i dati a un archivio dati OCDS ogni volta che si verifica una modifica il sistema di origine, come un contratto in fase di aggiudicazione. Altre implementazioni sono basate su pull, ovvero i dati vengono periodicamente estratti dal database del sistema di origine.

I sistemi basati su pull possono essere più semplici da implementare, ma cè il rischio di perdere i dettagli quando i dati di origine cambiano più volte volte tra le estrazioni. Controintuitivamente, alcune implementazioni basate su pull ottengono ancora una pubblicazione più tempestiva rispetto ad alcune implementazioni basate su eventi.

Estratto dallappendice della tabella di confronto

In alcuni casi, i sistemi di origine memorizzano i dati in formato JSON, riducendo la quantità di trasformazione richiesta. Altri sistemi adottano un approccio “SQL-first”, in cui i dati vengono estratti in formato tabulare prima della conversione in formato JSON. Questultimo approccio può essere più facile da mantenere, a seconda delle competenze dei responsabili della manutenzione.

Tutti gli editori forniscono unAPI JSON e la maggior parte fornisce anche file di massa JSON. Solo alcuni forniscono unAPI di ricerca e, per quelli che non lo fanno, gli utenti potrebbero dover scaricare tutti i dati per trovare ciò di cui hanno bisogno.

Alcuni editori non forniscono dati in formato CSV o foglio di lavoro, che possono creare una barriera per lutilizzo da parte di utenti meno tecnici.

Solo alcuni editori forniscono una cronologia completa delle modifiche, mentre altri scelgono di pubblicare solo le informazioni più recenti. Sebbene pubblicare una cronologia delle modifiche possa essere una sfida, alcuni tipi di analisi ne hanno bisogno.

Tutti gli editori hanno creato strumenti e visualizzazioni in base ai propri dati OCDS. Questo è fantastico da vedere, poiché lutilizzo dei tuoi dati aiuta a migliorare la qualità dei dati.

Per maggiori dettagli e analisi dovrai leggi il rapporto .

Ci piacerebbe ricevere il tuo feedback su questa risorsa, quindi non esitare a commentare il rapporto o inviare un messaggio a data @ open-contracting. org.

In Open Data Services siamo sempre felici di discutere di come lo sviluppo o limplementazione di standard di dati aperti possa supportare i tuoi obiettivi o come possiamo aiutarti pubblicare o utilizzare dati aperti. Ulteriori informazioni sul nostro lavoro e contattaci .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *