“8 Questions with Playfair” con Philipp Man @ Chronext

(Henrik Wetter Sanchez) (25 settembre 2019)

Questa è la quarta nella nostra serie di interviste “8 Questions” – in cui incontriamo i fondatori del portfolio Playfair per condividere il loro spirito imprenditoriale viaggio.

Abbiamo investito per la prima volta in Philipp e nel suo co-fondatore Ludwig nel 2015. Quando abbiamo incontrato due imprenditori con il livello di trambusto ed energia che avevano entrambi usciti direttamente dalluniversità, abbiamo vedere il potenziale di unazienda che può davvero crescere oltre due persone e unidea. Quando anche queste due persone hanno trovato un prodotto per un mercato allo stesso tempo poco servito e vasto, diventa un gioco da ragazzi.

Ludwig Wurlitzer (Fondatore e CPO) e Philipp Man (Fondatore e CEO)

Avanti veloce al 2019 e Chronext ora opera in oltre 130 paesi in Europa, Canada, Australia e Cina, che riuniscono oltre 10.000 prodotti unici sulla loro piattaforma.

Oggi, ci sediamo con il co-fondatore e CEO, Philipp per ascoltare la sua storia, dalla decisione di fare il grande passo come imprenditore, alla costruzione di Chronext dove si trova oggi. Ci auguriamo che questo possa aiutare altri fondatori e aspiranti imprenditori nelle proprie iniziative, dal primo giorno a dovunque si trovino oggi.

1. Cosa ti ha ispirato a diventare un imprenditore?

Onestamente, non avrei mai pensato che sarei diventato un imprenditore appena uscito dalluniversità. Ho avuto questa visione sensata di iniziare con una carriera professionale standard nel settore bancario o commerciale e poi avviare unazienda nel nebuloso “un giorno”.

Detto questo, sono cresciuto con un padre che era un imprenditore , quindi ero abituato e apprezzato gli alti e bassi che derivano dalla professione. Tuttavia, è stato solo quando ho incontrato il mio co-fondatore Ludwig e abbiamo iniziato a scambiarci idee a vicenda nella nostra cucina studentesca al KCL di Londra che lintrigo pratico dellimprenditorialità è iniziato e da allora non si è più fermato.

2. Puoi riportarci agli inizi di Chronext?

Ludwig e io abbiamo avuto alcune idee diverse: da una panetteria a unazienda di moda. Abbiamo iniziato a interessarci molto allidea di come creare un mercato azionario per qualcosa che non fosse azioni, essenzialmente, un mercato.

Essendo studenti, il nostro primo punto di riferimento erano i libri di testo universitari, che mentre successo, sono stati minati dalla dimensione ridotta del carrello, dalla difficoltà di standardizzazione e dallelevato tasso di abbandono.

Ci siamo quindi rivolti alla nostra naturale passione per gli orologi e ci siamo chiesti: “Cosa cercano gli acquirenti di orologi? – Autenticità, conservazione del valore, gamma di prodotti e prezzo. ” Questi erano tutti i principi centrali di qualsiasi piattaforma di liquidità, quindi abbiamo deciso di creare una piattaforma simile a una borsa valori per gli orologi di lusso.

Per cominciare, volevamo solo aggregare i dati già disponibili, ma abbiamo rapidamente si rese conto che pochissime persone disponevano effettivamente di questi dati e che cera unopportunità molto maggiore nel creare e possedere il mercato stesso. Fu allora che nacque il Chronext di oggi.

Chronext si estende online e offline attraverso il loro mercato

3. Qual è la lezione più difficile appresa dal primo giorno?

Lezione uno: non si impara mai una sola dura lezione.

1. Le decisioni dovrebbero essere supportate dai dati. Non ci sono scuse per prendere una decisione non convalidata dai dati; I “sentimenti viscerali” sono spesso pigri se non convalidati. Cè sempre un modo per trovare un proxy se non è possibile trovare i dati di convalida diretta.

2. La differenza tra una buona ed uneccellente assunzione cambia la vita. Assumere la persona giusta può essere un momento religioso: vedi i problemi che non riuscivi a risolvere per anni scompaiono come per magia. Tuttavia, come lapproccio adottato da molte VC, “assumere / investire per forza non per mancanza di debolezza”. In pratica, assumerei personalmente un Head of Talent killer sin dallinizio, perché è la persona che ti aiuterà a costruire la migliore azienda possibile attraverso le migliori persone che puoi trovare.

4. Qual è stato il tuo giorno più strano come fondatore?

Alcuni anni fa, stavo facendo una riunione a pranzo e ho ricevuto una chiamata inaspettata. È stato uno dei manager delle nostre boutique di Londra che ha letteralmente scosso il telefono mentre mi ha detto che un gruppo di uomini mascherati con machete, ascia e spada da samurai era entrato e aveva distrutto il suo negozio.

Ovviamente ho volato direttamente a Londra per sostenerlo e aiutarlo a rimettere in funzione il negozio e per fortuna nessuno è rimasto ferito fisicamente.È stata appresa una grande lezione sul fatto che non ci può mai essere abbastanza sicurezza, ma ancora non ho mai pensato come CEO di tecnologia, una delle mie sfide sarebbe stata una rapina con unarma fisica!

5. Cosa hai imparato dai tuoi investitori dalla prima raccolta di fondi?

Nella mia esperienza, ci sono due gruppi di investitori.

  1. Quelli che lanciano sempre nuove idee. Questo è utile e ti spinge fino a un certo punto, ma è molto più facile da fare.
  2. Quelli che predicano la concentrazione. Mi ci è voluto molto tempo per capire che non esiste troppa concentrazione . Detto questo, le eccezioni dimostrano ogni buona regola, quindi essenzialmente dì no a tutto ciò che non porta direttamente avanti il ​​business se non il favore occasionale (sono un convinto sostenitore del karma!)

Questo è il motivo per cui non siamo ancora passati ad altri verticali di prodotto, nonostante la chiara sovrapposizione con aree come gioielli o borse, perché stiamo crescendo del 100% ogni anno e il mercato degli orologi di lusso vale ancora 80-100 miliardi di euro allanno.

Patek Philippe sul mercato Chronext

6. In qualità di fondatore, qual è il tuo risultato più orgoglioso fino ad oggi?

Sono incredibilmente orgoglioso di creare unazienda che è più grande della somma delle sue parti. Ancora più importante, però, sono orgoglioso che questa azienda abbia sviluppato una cultura in cui le persone sono fiduciose nel prendere decisioni che non sono esplicitamente autorizzate a prendere. In Chronext, le persone sono sempre incoraggiate a muoversi velocemente, anche se ciò significa commettere errori, perché la microgestione non è scalabile e perché crea apprendimento e fiducia in tutto il team. Quando vieni nei nostri uffici, senti questa energia nel nostro team: mi rende orgoglioso di aver preso parte alla costruzione di questo.

7. Crystal Ball: quali sono i tuoi piani per il futuro?

Vogliamo diventare il numero 1 a livello mondiale per gli orologi di lusso nuovi e usati. Il settore è ancora molto analogico e lesperienza di vendita al dettaglio sta diventando sempre più digitale. Questo è qualcosa che continueremo a spingere oltre i nostri mercati principali del Regno Unito e dellEuropa, nel Nord America e in Asia.

Siamo ancora allinizio della nostra storia, quindi sentiti sempre libero di contattarci se lo desideri per unirsi a noi nel nostro viaggio: stiamo diventando sempre più veloci di giorno in giorno.

Philipp Man (Founder e CEO)

8. Il miglior consiglio per un fondatore ambizioso?

Molte persone in questo mondo hanno paura di guidare il cambiamento e non riescono a capire perché gli altri lo vorrebbero, e va bene così. Queste sono le persone che non capiscono il viaggio imprenditoriale. Spesso ti diranno che qualcosa non può essere fatto, esiste già o non è fattibile.

Il confine tra rimanere resilienti di fronte a ripetute sconfitte e fallimenti e mantenere la convinzione che dovresti continuare è molto difficile. Quando sai davvero che la tua idea è cattiva? O semplicemente non ci hai provato abbastanza? Ti stai arrendendo troppo presto o stai inseguendo qualcosa che veramente non funziona? Questo è il motivo per cui quando avvii unimpresa non dovrebbe essere perché ha senso per gli altri – le persone che generalmente convalidano il concetto o le VC disposte a finanziarlo – ma perché hai una tua forte convinzione. Solo allora riuscirai a farcela quando non ha senso per tutti quelli che ti circondano, ma lo fa per te – perché hai questa forte convinzione e comprensione del problema sottostante che stai risolvendo.

In breve:

Abbi una forte convinzione in quello che fai e fai in modo che i tempi che hai ragione contino senza essere deluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *